Made in Italy in crescita: Ecco i bilanci di Cucinelli, Ferragamo e Tod’s

Nonostante la crisi mondiale e la recessione dell’Eurozona il Made in Italy continua a crescere. Le difficoltà a livello macroeconomico restano, ma l’andamento di alcune aziende che puntano sulle bellezze italiane mostrano come ci sia spazio di crescita e rilancio sul mercato italiano e non solo.

Cucinelli, Ferragamo e Tod’s, le tre eccellenze quotate a Piazza Affari, hanno approvato i bilanci 2013. Cucinelli ha registrato un livello di crescita superiore rispetto ai suoi colleghi del made in Italy; Tod’s si afferma come migliore gestione del circolante e Ferragamo registra un importante incremento degli utili, superiore agli altri.

La crescita mondiale del comparto del lusso è certamente in flessione, ma i numeri del made in Italy fanno ben sperare. A piazza Affari premiato Ferragamo che vanta una capitalizzazione di 3,8 miliardi; seguito sa Tod’s che vale 3 miliardi; e infine, Cucinelli, la new entry della borsa che comunque vale già 1,3 miliardi.

Cucinelli
Cucinelli, il re del cachemire, ha chiuso il 2013 in crescita rispetto al 2012: un utile netto a 29,6 milioni, +10,9%, un Ebitda di 58,2 milioni, +18,5% e ricavi netti per 322,5 milioni, +15,5%.

In una nota del gruppo si informa che l’assemblea ha proposto al Cda del gruppo un dividendo di 0,11 euro per azione. Cucinelli, approvando i dati di bilancio 2013, segnala anche la forte crescita del business all’estero: +21,4%, che rappresenta il 79,3% dei ricavi totali. Ecco le percentuali per Stato: Usa +23,2%, Europa +20%, Greater China +52,5%, resto del mondo +5,7%. Unico neo l’Italia che registra un -2,9%, pari al 20,7% dei ricavi.

Cucinelli ha chiuso in rialzo ieri a Piazza Affari dopo la diffusione dei dati di bilancio 2013 e la promozione da “underperform” a “neutral” stabilita da Mediobanca Securities.

Ferragamo
Positivi anche i dati di bilancio di Ferragamo che segna un +43% sul 2012. La società ha archiviato il 2013 con un utile netto di gruppo pari a 150 milioni di euro. I ricavi sono stati di 1.258 milioni di euro, +9% sul 2012 a tassi di cambio correnti, l’ebitda di 260 milioni, +14% sul 2012, l’ebit di 219 milioni, +13% sull’anno precedente, con l’utile ante imposte a 221 milioni, +17%.

In flessione l’indebitamento finanziario che passa dai 58 milioni di euro del 2012 ai 33 milioni di euro di fine 2013. In aumento anche il valore del dividendo: il cda ha proposto la distribuzione di un dividendo di 0,40 euro per azione ordinaria, il 21% in più rispetto al 2012.

Inoltre, conclude la nota di Ferragamo, “per quanto riguarda l’anno in corso, l’andamento del business nei primi mesi dell’anno conferma, in assenza di particolari turbative di mercato, un’aspettativa di ulteriore crescita”.

Tod’s
Tod’s, l’azienda multimarca di Diego Della Valle, ha risentito della recessione italiana, dal momento che due dei suoi brand principali, ovvero Hodan e Fay’s hanno una notorietà soprattutto locale.

Tod’s infatti registra un utile netto in calo dell’8% rispetto al 2012, ma conferma le stime di crescita per il 2014 e la cedola agli azionisti. L’azienda archivia il 2013 con un utile netto a 133,8 milioni nel 2013, contro i 145,46 dell’esercizio 2012. Nell’esercizio scorso l’Ebitda ha registrato una flessione del 5,5% attestandosi a 236,3 milioni dai 250 milioni dell’anno precedente, a fronte di un fatturato stabile a 967,5 milioni di euro.

A incidere sulla redditività, a fronte di un fatturato che segna un +5%, sono l’aumento delle spese per gli affitti e l’incremento del costo del lavoro a 151,7 milioni di euro.

l consiglio di amministrazione ha comunque deciso di proporre all’assemblea la distribuzione di un dividendo per azione pari a 2,70 euro, uguale a quello dello scorso esercizio, che corrisponde ad un pay-out sull’utile del 61,8%, in crescita rispetto all’anno precedente. Lo stacco della cedola avverrà il 19 maggio con pagamento il 22 maggio.

Della Valle commenta così l’approvazione del bilancio 2013: “Considerato che il gruppo dispone, comunque, di tutte le risorse necessarie per continuare ad investire nello sviluppo dei marchi e nel rafforzamento della struttura distributiva e produttiva, proporremo all’assemblea di confermare il dividendo dello scorso esercizio”.

Il presidente di Tod’s sottolinea inoltre che “continua il forte apprezzamento dei clienti per la qualità ed esclusività dei nostri marchi e dei nostri prodotti, come confermato dagli ottimi riscontri delle collezioni autunno/inverno, presentate di recente a Milano. Si stanno nel frattempo completando i lavori di costruzione del nuovo stabilimento produttivo in Italia, che servirà per soddisfare la prevista crescita della domanda”. A conferma dell’impegno del gruppo Tod’s per il sociale, conclude Della Valle, “anche quest’anno proporremo all’assemblea di destinare l’1% dell’utile ad iniziative di solidarietà, da noi considerate molto importanti”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...