Quote rosa. Una realtà possibile

I tributaristi vantano un incremento di presenze femminili tra gli iscritti e nei ruoli direttivi e di rappresentanza.

Le quote rosa – Le operazioni di voto che si sono svolte alla Camera in occasione del primo via libera alla nuova legge elettorale, il cosiddetto Italicum, hanno visto purtroppo uscire sconfitte le deputate con la caduta dell’emendamento sulle quote di genere. Le quote rosa non piacciono alla politica, a quanto pare. Tuttavia piacciono alle professioni, nelle cui schiere militano percentuali molto alte di rappresentanti del gentil sesso. A sottolinearlo è, per quel che concerne il comparto dei tributaristi, Roberto Falcone, presidente della Lapet. Il numero uno dell’associazione, prendendo atto dell’interesse sollevato dalla questione, ha tenuto a sottolineare che “non si può non riconoscere l’affermazione delle donne nella società civile, politica, istituzionale. La costante e doverosa crescita della componente femminile all’interno della nostra professione ed in particolare della nostra associazione si riflette necessariamente anche in tutti gli organismi in cui si articola la rappresentanza della categoria, sia a livello locale che nazionale”.

Iscritti e ruoli – All’interno dell’associazione dei tributaristi italiani quindi la presenza femminile è molto più che formale, anzi si può ben dire che sia concreta e fattiva. Registrando un alto numero di iscrizioni di tributaristi di sesso femminile, l’associazione è andata oltre riconoscendo ruoli di rappresentanza a non poche di queste professioniste. Sul fronte delle iscrizioni, la Lapet segnala che già dal 2011 si sta verificando il boom di richieste da parte delle donne. Proprio in quell’anno l’associazione ha registrato un incremento del 37% di iscritte che ha raggiunto la soglia del 38,5% l’anno successivo, arrivando al 40% nel 2013. Per quel che concerne poi il primo bimestre del 2014, si è verificato un vero e proprio picco di iscrizioni, con il 41% donne e il 59% uomini. “Questi dati dimostrano che sempre più professionisti, sia donne che uomini, scelgono di essere tributaristi qualificati Lapet, non solo per effetto della Legge n.4/2013 ma, in controtendenza alla crisi generale in atto, perché la Lapet continua ad essere l’associazione più rappresentativa sul territorio nazionale, anche in termini di pari opportunità. Da non sottovalutare poi gli incarichi dirigenziali che le donne Lapet ricoprono. Dal 1992 è nella dirigenza nel Consiglio direttivo nazionale Giovanna Restucci che dal 2000 ricopre l’incarico di Segretario nazionale. Ben il 40% dei Consiglieri nazionali è rosa: Silvia Saccani è per altro Presidente della Commissione Aggiornamento e Formazione, mentre Elisabetta Tinelli è Presidente della Commissione Esami ed Università. La Lapet ha altresì istituito dal 2012 la Commissione per le Pari Opportunità, presieduta da Rosamaria Bacci nonchè referente del Consiglio dei Delegati regionali. Di rilievo altresì il dato relativo alle cariche conferite al Collegio dei Revisori dei conti, affidato per i 2/3 a donne: Carla Delfino e Lucrezia Tarantino”, sottolinea l’associazione in una nota.

Presenze territoriali – Se quelli poc’anzi illustrati sono dati riferiti alla situazione nazionale, la Lapet evidenzia che non da meno sono i riscontri inerenti le realtà territoriali. In sostanza, su 20 delegazioni regionali e più di 104 sedi provinciali, vi sono sei donne con la carica di delegato regionale e 23 con la carica di presidenti provinciali. “La presenza crescente di professioniste nella nostra associazione, molte delle quali dirigenti, è la dimostrazione che esistono personalità femminili autorevoli in grado di reggere la responsabilità del proprio ruolo sia istituzionale che professionale. Le donne e gli uomini Lapet, insieme, potranno contribuire al rafforzamento e al consolidamento della rappresentanza della categoria che è da sempre alla base del nostro impegno associativo”, ha concluso Falcone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...