Svuota-carceri. Agevolate le assunzioni dei detenuti

Prorogati di 6 mesi i termini per l’adozione dei decreti relativi alle agevolazioni e agli sgravi da riconoscersi ai detenuti

Premessa –Maggiori tutele per i detenuti. Infatti, all’articolo 8 del D.L. n. 146/2013, convertito nella L. n. 10/2014 (c.d. Legge svuota-carceri), sono state dettate le disposizioni di prorogati i termini per l’adozione dei decreti relativi alle agevolazioni e agli sgravi da riconoscersi, per l’anno 2013, ai datori di lavoro in relazione alle assunzioni di detenuti ed internati. La proroga è finalizzata a rimediare al ritardo nell’adozione dei regolamenti attuativi previsti dalle leggi n. 381/1991 e n. 193/2000, recentemente modificate dal D.L. n. 78/2013.

Legge svuota-carceri – Il problema del sovraffollamento carcerario e delle conseguenti ricadute in termini sociologici ed economici, ha determinato l’esigenza di adottare un nuovo provvedimento legislativo volto a garantire maggiori tutele ai detenuti e a favorirne il reinserimento sociale. La risposta è arrivata attraverso il D.L. n. 146/2013, con cui si è inteso porre un urgente rimedio all’annosa questione del sovraffollamento carcerario. Il provvedimento riporta significative novità anche in relazione al mondo del lavoro, con particolare riferimento agli sgravi e agli incentivi concessi in caso di assunzione di detenuti.

Il credito d’imposta – Al riguardo, si rammenta chel’art. 3 della legge n. 193/2000 concede un credito d’imposta mensile nella misura massima di 700 euro a lavoratore, alle imprese che assumono – per almeno 30 giorni – detenuti ammessi al lavoro esterno, ovvero che svolgono effettivamente nei loro confronti attività formative. Tuttavia, il credito si riduce alla misura massima di 350 euro a lavoratore, se si tratta di assunzioni – sempre per almeno 30 giorni – di detenuti semiliberi, ovvero di svolgimento nei loro confronti di attività formative. In entrambe i casi, i crediti d’imposta sono utilizzabili esclusivamente in compensazione e sono riconosciuti anche successivamente all’uscita dal carcere, per 18 o 24 mesi, a seconda che il lavoratore abbia o meno avuto accesso alle misure alternative alla detenzione. Il credito d’imposta, inoltre, è riconosciuto in misura proporzionale alle giornate di lavoro prestate (con ulteriore riduzione proporzionale in caso di part-time).

Lo sgravio contributivo – Per quanto riguarda gli sgravi contributiviper l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate impiegate in cooperative sociali., il D.L. n. 78/2013 ha modificato anche l’art. 4, comma 3-bis, della legge n. 381/1991. In particolare, è stato stabilito che gli sgravi (previsti inizialmente per 6 mesi) permangono per 18 mesi dalla scarcerazione, per coloro che hanno beneficiato di misure alternative o del lavoro esterno; e per 24 mesi dalla scarcerazione per tutti coloro che non hanno beneficiato di tali istituti.

Differimento dei termini – Come precisato in premessa, l’art. 8 della Legge svuota-carceri – con riferimentoall’anno 2013 – ha differito per un periodo massimo di sei mesi (decorrenti dal 24 dicembre 2013), il termine per l’adozione dei regolamenti interministeriali di attuazione delle misure di favore precedentemente esposte. La finalità del provvedimento è quella di evitare il rischio che i soggetti interessati, in ragione del ritardo nell’adozione dei regolamenti, si vedano privati della possibilità di usufruire di detti benefici. Ne consegue sono rinviati al 24 giugno 2014 i seguenti termini:
– quello per la determinazione delle modalità ed entità dei crediti d’imposta concessi alle imprese che assumono detenuti;
– quello per la determinazione della riduzione delle aliquote contributive e assistenziali sulle retribuzioni dei lavoratori corrisposte alle persone detenute o internate negli istituti penitenziari, agli ex degenti di ospedali psichiatrici giudiziari e alle persone condannate e internate ammesse al lavoro esterno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...