Incentivo INPS di 190 euro per il reimpiego di lavoratori licenziati: come fare domanda?

I datori di lavoro che hanno garantito un reimpiego di lavoratori licenziati possono fruire dell’incentivo INPS di 190 euro mensili: ecco tutte le condizioni e le info per fare domanda.

Lo scorso anno avete assunto un lavoratore che aveva subito un licenziamento per giustificato motivo oggettivo connesso a riduzione, trasformazione o cessazione di attività o di lavoro da imprese con meno di 15 dipendenti nei 12 mesi precedenti? Potete ricevere un incentivo di 190 euro mensili per:

  • 6 mesi in caso di rapporti a tempo determinato. In questo caso il beneficio spetta anche per rapporti di durata inferiore a 6 mesi, ma per una misura e durata proporzionalmente ridotte;
  • 12 mesi in caso di rapporti a tempo indeterminato.

La concessione dell’incentivo (nel limite complessivo di 20.000.000 euro) è relativa anche alle assunzioni, da parte dei datori privati, part time (in quanto caso l’incentivo mensile mensile è moltiplicato per il rapporto tra l’orario di lavoro previsto e l’orario normale di lavoro) o a scopo di somministrazione.

Al fine di poter godere dell’incentivo il datore di lavoro deve assicurare al lavoratore interventi di formazione professionale sul posto di lavoro.

La circolare INPS n. 32 del 13 marzo 2014 fornisce le indicazioni operative per fare domanda, vediamo come funziona.

Come fare domanda per ottenere l’incentivo?

La domanda va presentata esclusivamente in via telematica entro 30 giorni dalla pubblicazione della suddetta circolare (quindi 30 giorni dal 13 marzo). Cosa dovete fare? Accedere al modulo “LICE”, disponibile all’interno del Cassetto previdenziale Aziende ovvero all’interno del Cassetto previdenziale Aziende agricole sul sito dell’INPS.

Successivamente, dopo le verifiche, i datori di lavoro riceveranno una comunicazione dell’esito e, in caso di accoglimento della domanda, saranno informati:

  • dell’importo complessivo spettante;
  • delle quote di ripartizione mensile.

L’INPS specifica che:

  • in caso di insufficienza delle risorse, l’ordine della priorità nell’accesso al beneficio è rappresentato dalla data dell’assunzione, proroga o trasformazione a tempo indeterminato;
  • i datori di lavoro ammessi al beneficio ne potranno fruire mediante conguaglio o compensazione con i contributi dovuti.

Come sarà accreditato l’incentivo? Tramite conguaglio sulle dichiarazioni contributive.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...