Caos per i crediti da 730

Le novità che il modello 730 porta con sé quest’anno sono davvero numerosissime: talmente tante da creare anche qualche confusione tra gli operatori.

Quasi tutti i quadri sono interessati da innovazioni di varia importanza, e la stessa natura del modello 730 può dirsi stravolta a seguito della possibilità introdotta di presentare il modello (sia a credito che a debito) anche in assenza del sostituto d’imposta.

Qualche dubbio sorge inoltre con riferimento ai nuovi controlli dell’Agenzia delle Entrate sui crediti d’importo superiore a 4.000 euro.

Può essere quindi utile richiamare quelle che potranno essere, da quest’anno, le modalità di liquidazione del credito scaturente dal modello 730.

I crediti di importo inferiore a 4.000 euro

In primo luogo merita di essere ricordato come, al di sotto della soglia dei 12 euro non sia previsto alcun rimborso.

Per i crediti d’importo compreso tra i 12 e i 4.000 euro quest’anno potranno essere due le strade per il rimborso del credito:
– l’importo potrà essere erogato direttamente dal sostituto d’imposta (come negli anni passati), se il contribuente è dotato di sostituto d’imposta;
– l’importo sarà erogato dall’Agenzia delle Entrate, sempre a partire dai mesi di luglio/agosto 2014, nel caso in cui il modello 730 sia presentato da un soggetto privo di sostituto d’imposta.

Crediti di importo superiore a 4.000 euro 

Se, invece, il credito è di importo superiore a 4.000 euro è necessario ricordare come la Legge di stabilità 2014 abbia introdotto la previsione di controlli preventivi, anche documentali, sulla spettanza delle detrazioni per carichi di famiglia, anche determinati da eccedenze d’imposta derivanti da precedenti dichiarazioni.

Pertanto, nel caso in cui il contribuente presenti un modello 730 con un credito superiore a 4.000 sarà necessario verificare se sono accolte in dichiarazione detrazioni per carichi di famiglia (righi da 21 a 24 del mod. 730-3) o eccedenze da precedente dichiarazione (righi F3 e F4 del Mod.730).

Merita di essere ricordato che, in occasione dell’ultimo Telefisco, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito come i controlli scattino in ogni caso in cui è stato indicato un riporto di eccedenza dal precedente esercizio, a prescindere dalla circostanza che tale eccedenza sia stata generata da detrazioni per carichi familiari.
Allo stesso modo, si aggiunge, il controllo sarà previsto nei casi in cui vi siano detrazioni per carichi di famiglia, anche in assenza di riporti dall’anno precedente.

È infatti bene ricordare come, in entrambi i casi, il credito sarà rimborsato solo dopo il controllo preventivo operato dall’Agenzia delle Entrate e sarà erogato direttamente dalla stessa.
Detti controlli dovranno, in ogni caso, essere compiuti entro sei mesi dalla scadenza dei termini previsti per la trasmissione telematica dei modelli 730 (quindi, entro il mese di dicembre) e i rimborsi si lasceranno, di conseguenza, attendere.

Il contribuente non vedrà quindi più accreditati gli importi direttamente da parte del sostituto d’imposta in sede di conguaglio per assistenza fiscale, ma dovrà attendere gli importi che saranno erogati dall’Agenzia delle Entrate.

Potranno invece dormire sonni tranquilli i contribuenti che, pur avendo un credito superiore a 4.000 euro, non presentino detrazioni per carichi di famiglia o eccedenze da precedente dichiarazione.

La compensazione del credito con le altre imposte 
Da ultimo, merita di essere ricordato come, da quest’anno, i contribuenti possano utilizzare il credito risultante dalla dichiarazione 730 per pagare, oltre che l’Imu dovuta per l’anno 2014 (come già avveniva negli anni precedenti), anche le altre imposte che possono essere versate con il modello F24.

Quest’anno, dunque, mediante la compensazione nel modello F24 i contribuenti potranno versare anche le altre imposte quali ad esempio la TARI o la TASI.

Come l’anno scorso, tale scelta potrà essere effettuata compilando il ‘Quadro I’ del modello 730.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...