Pensione. Via libera alla campagna REDITA e REDEST

Avviata la campagna REDITA e REDEST 2014 per la verifica delle informazioni reddituali trasmesse dai pensionati delle gestioni private

Premessa – Si modificano le modalità di raccolta delle informazioni reddituali e delle dichiarazioni di responsabilità delle prestazioni assistenziali. Da quest’anno, infatti, l’attività viene svolta per fasi successive con la collaborazione degli intermediari abilitati e promuovendo l’utilizzo dei servizi online. In particolare, i soggetti obbligati a rendere la dichiarazione relativa ai redditi posseduti nell’anno 2013 sono stati individuati in funzione delle prestazioni collegate al reddito godute e teoriche riferibili al pensionato. Dichiarazione, questa, che non viene richiesta ai soggetti ultra-ottantacinquenni, a condizione che nella precedente campagna abbiano dichiarato reddito zero. Per costoro, la rilevazione reddituale sarà effettuata dall’Istituto tramite i dati presenti nell’Anagrafe Tributaria dell’Agenzia delle Entrate. A renderlo noto è l’INPS con il messaggio n. 3870/2014.

Acquisizione dati: REDITA – L’acquisizione delle dichiarazioni reddituali per i residenti in Italia (REDITA), inizia con la fornitura ai CAF delle matricole richieste. Tale richiesta è stata corredata della dichiarazione di responsabilità del CAF di aver ricevuto dall’interessato la delega a chiedere all’Istituto la stringa RED e/o le dichiarazioni relative alle prestazioni assistenziali. Successivamente, al fine di divulgare le nuove modalità di svolgimento della raccolta delle dichiarazioni, all’interno del “Fascicolo previdenziale” è stata creata una funzione, sia per il cittadino (Internet) che per le Sedi (Intranet) che consente di verificare se lo stesso è coinvolto o meno in una o più Campagne (RED-Dich Resp. Ordinaria e/o Solleciti). Per quanto concerne i soggetti che nel 2013 hanno trasmesso direttamente online la dichiarazione reddituale (RED) o di responsabilità (ICLAV, ICRIC, ACC.AS/PS, Indennità di frequenza) utilizzando le apposite funzionalità dei “Servizi al cittadino”, se coinvolti nell’emissione della Campagna 2014 per una o entrambe le dichiarazioni menzionate, sarà inviata una e-mail all’indirizzo di posta elettronica conosciuto dall’Istituto, per avvisare dell’obbligo. Il testo della e-mail è diversificato in base alle tipologie di prestazioni percepite dal beneficiario e alle dichiarazioni richieste. La seconda fase coincide con l’invio, alla fine del mese di giugno, delle comunicazioni cartacee in caso di mancata trasmissione all’Istituto delle informazioni richieste. A questi ultimi, in particolare, sarà inviata una comunicazione che contiene la richiesta da parte dell’Istituto della presentazione delle dichiarazioni relative alla situazione reddituale e/o alle prestazioni assistenziali. La richiesta sarà personalizzata sulla base delle prestazioni percepite, secondo le modalità in uso per l’invio del c.d. “bustone”.

Campagna REDEST – Quest’anno la campagna REDEST è stata avviata contestualmente alla campagna di accertamento dell’esistenza in vita per l’anno 2014 che la banca incaricata del pagamento effettua ogni anno per le pensioni pagate all’estero. A differenza di quanto accade per la platea italiana, i pensionati residenti all’estero obbligati a rendere la dichiarazione sono stati individuati in funzione delle sole prestazioni legate al reddito effettivamente godute. Qualora i pensionati interessati non avranno reso le informazioni richieste alla fine del mese di giugno, verrà inviata una comunicazione cartacea con relativo modello REDEST.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...