Decreto agricoltura: bonus assunzione giovani, mutui a tasso zero e crediti di imposta

Si delineano i provvedimenti contenuti nel decreto legge Agricoltura – Ambiente già all’esame del Consiglio dei ministri ed in attesa di essere varato. Tra le norme contenute nel decreto vi è una rimodulazione delle retribuzioni dei membri dei Consigli di amministrazione delle varie società controllate dal Ministero delle politiche agricole e ambientali. La sforbiciata degli stipendi potrebbe comportare risparmi di costo di circa 1.832.714 euro, una cifra abbastanza significativa. Inoltre ai consumatori non verranno più addebitati i costi dell’ammodernamento della rete idrica, che ora sono contenuti all’interno della bolletta. I costi saranno infatti assorbiti dai gestori del servizio idrico, i quali avranno il compito di creare un fondo che si faccia carico dei lavori.

Previsti sgravi contributivi per i datori di lavoro che assumono giovani lavoratori (under 35) a tempo indeterminato. Inoltre verranno concessi mutui a tasso zero per finanziare investimenti nel campo agricolo (la durata massima è 10 anni, ma la durata è allungata a 15 anni per iniziative di produzione agricola) e per importi non superiori al 75 % della spesa ammissibile. In sostanza i provvedimenti contenuti recepiscono le misure già annunciate dal ministro delle politiche agricole, Martina.

Viene pertanto previsto uno sgravio contributivo di un terzo della retribuzione lorda imponibile ai datori di lavoro che assumono giovani e il provvedimento sarà valido dal 1° luglio 2014 al 30 giugno 2015. I lavoratori, che saranno assunti a tempo indeterminato o determinato per almeno 3 anni, dovranno avere tra i 18 e i 35 anni, dovranno essere privi di impiego e di scuola media superiore. Gli incentivi erogabili saranno al massimo 5 mila euro per gli assunti a tempo indeterminato e 3 mila euro per gli assunti a tempo determinato.

Previsti anche crediti di imposta per le imprese produttrici di prodotti agricoli nella misura del 40 % delle spese sostenute per i nuovi investimenti (al massimo 50 mila euro per la realizzazione e l’ampliamento di infrastrutture informatiche per la realizzazione o il potenziamento del commercio elettronico).

Previsti inoltre mutui a tasso zero per gli imprenditori agricoli sotto i 35 anni di età. I mutui a tasso zero sono concessi per il periodo 2014 e viene concessa anche una detrazione per i canoni di affitto dei terreni per massimo 80 euro per ettaro e sino a 1.200 euro all’anno.
Per quanto riguarda l’ambiente il fondo di garanzia sarà partecipato anche dai gestori e viene prevista una semplificazione obbligatoria del Sistri con applicazione dell’interoperabilità e sostituzione dei dispositivi token Usb.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...