Imprenditoria femminile: agevolazioni e finanziamenti “in rosa”

Secondo l’ultimo Rapporto Ocse sull’imprenditoria femminile basato sui dati di 40 stati, l’Italia è al secondo posto in Europa. Il 3,62% delle donne italiane è una lavoratrice autonoma, o una “imprenditrice”, mentre il 12,62% è freelance.

Le aziende guidate da donne, con proprietario singolo e almeno un dipendente, sono il 26,8% del totale. 
I settori in cui sono più rappresentate sono quelli del commercio, dell’accoglienza e dei trasporti.
Il futuro è la green economy, settore nel quale la presenza delle lavoratrici donne è raddoppiata, ed è destinata a crescere ancora.

L’Osservatorio sull’imprenditoria femminile di Unioncamere nel 2012 ha registrato, nonostante la crisi, quasi 7 mila imprese “rosa” in più rispetto al 2011, con un incremento dello 0,5%.

Le imprese a conduzione femminileincidono sul totale delle attività per il 23,5% e risultano particolarmente diffuse nel Mezzogiorno.
Toscana, Lazio e Lombardia, risultano le regioni che hanno fatto registrare gli incrementi percentuali più consistenti.
I settori in cui si riscontra maggiore dinamismo sono: le attività dei servizi di alloggio e ristorazione, altre attività di servizi, le costruzioni, le attività immobiliari, i servizi alle imprese. Sono state maggiormente penalizzate le imprenditrici in agricoltura, nell’industria manifatturiera e nel commercio.

In Italia come anche in altri paesi europei, per le donne è spesso difficile conciliare la vita lavorativa con la vita familiare, non esistono particolari agevolazioni per chi è madre di famiglia, difficile per le donne dipendenti, e ancor di più per chi vorrebbe iniziare un’attività in proprio, spesso si deve scontrare con la difficoltà di reperire finanziamenti e incentivi e per le pratiche burocratiche.

Dal 1992, le cose sono sensibilmente cambiate con la legge 215 che ha introdotto alcune facilitazioni per le imprese “in rosa”, sia da avviare che già esistenti.
Tale legge stabilisce che le disposizioni sono dirette a:

  • favorire la creazione e lo sviluppo dell’imprenditoria femminile, anche in forma cooperativa;
  • promuovere la formazione imprenditoriale e qualificare la professionalità delle donne imprenditrici;
  • agevolare l’accesso al credito per le imprese a conduzione e a prevalente partecipazione femminile;
  • favorire la qualificazione imprenditoriale e la gestione delle imprese familiari da parte delle donne;
  • promuovere la presenza delle imprese a conduzione o a prevalente partecipazione femminile nei confronti più innovativi di diversi settori produttivi.

Per accedere ai finanziamenti è necessario possedere alcune caratteristiche.
La ditta individuale deve avere come titolare una donna, le cooperative e le società di persone devono essere costituite da donne per almeno il 60%, le società di capitali devono avere quote di partecipazione femminile per almeno due terzi e gli organi di amministrazione devono essere costituiti per almeno i due terzi da donne.

Inoltre una parte del finanziamento sarà concesso a fondo perduto (senza obbligo di restituzione) e una parte a tasso agevolato dello 0,5% da restituire in 10 anni.

finanziamenti possono essere concessi nei settori industria, artigianato, agricoltura e commercio, servzi e turismo per i seguenti motivi:
- avvio di nuove attività
- acquisizione di attività preesistenti
- progetti aziendali innovativi
- acquisizioni di servizi reali

In questo momento di crisi economica, le donne potrebbero fare la differenza, e in qualche modo dare nuovamente impulso all’economia con il loro impegno.
Il Presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello sostiene che:

“abbiamo bisogno di persone che credano in sè stesse e che abbiano una visione del loro domani e si impegnino a realizzarlo mettendo insieme le forze, come accade spesso nelle imprese femminili; ed è nostro preciso dovere creare le condizioni adatte per sostenerle, in particolare con le politiche del credito attente alle loro esigenze.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...