Quattordicesima INPS 2014: ecco chi e quando la riceverà

Come annunciato dall’INPS nel messaggio n.1630 del 29 gennaio 2014, da luglio arriverà la quattordicesima mensilità INPS 2014, ovvero una somma aggiuntiva alla pensione il cui ammontare è individuato in base all’anzianità contributiva posseduta, secondo quanto indicato dalla seguente tabella.

Lavoratori dipendenti – Anni di contribuzione Somma aggiuntiva (in euro)
Fino a 15 336
Oltre 15 fino a 25 420
Oltre 25 504

Chi saranno i soggetti beneficiari?

I pensionati della gestione dei dipendenti pubblici che nel corso dell’anno:

  • hanno compiuto, o compiranno durante l’anno corrente, 64 anni di età;
  • che abbiano un reddito complessivo individuale pari o inferiore ad una volta e mezzo il trattamento minimo INPS, pari a € 9.776,91 per il 2014, cifra a cui corrisponde un importo mensile di € 752,07.

Quando e come si riceverà l’importo?

Coloro che compiranno 64 anni entro il 30 giugno 2014, e che hanno dovuto comunicare entro il 9 maggio 2014 i redditi individuali presunti, diversi da pensione, riceveranno l’importo con la pensione di luglio 2014.

Coloro che invece compiranno 64 anni nel secondo semestre del 2014 dovranno presentare la comunicazione suddetta successivamente al raggiungimento dell’età anagrafica e riceveranno la quattordicesima con la pensione di dicembre 2014.

Quali sono i redditi da considerare?

Come indicato nel sito dell’INPS, sono da considerare nel computo:

  • i redditi assoggettabili all’IRPEF;
  • i redditi esenti da imposte;
  • i redditi soggetti a ritenuta alla fonte o ad imposta sostitutiva, compresi i redditi conseguiti all’estero o in Italia presso Enti ed organismi internazionali.

Sono invece esclusi:

  • i trattamenti di famiglia comunque denominati;
  • le indennità di accompagnamento;
  • il reddito della casa di abitazione;
  • i trattamenti di fine rapporto comunque denominati;
  • le competenze arretrate sottoposte a tassazione separata;
  • i redditi delle pensioni di guerra (Circ. 268 del 25 novembre 1991);
  • i redditi delle indennità per i ciechi parziali e dell’indennità di comunicazione per i sordi prelinguali (Msg. 14878 del 27 agosto 1993);
  • i redditi dell’indennizzo previsto dalla L. 210 del 25 febbraio 1992 in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati (Circ. 203 del 6 dicembre 2000);
  • i redditi della somma di 154,94 euro di importo aggiuntivo previsto dalla L. 388 del 23 dicembre 2000 per espressa previsione normativa (Circ. 9 del 16 gennaio 2001);
  • i redditi dei sussidi economici che i Comuni ed altri Enti erogano agli anziani per bisogni strettamente connessi a situazioni contingenti e che non abbiano caratteristica di continuità (Msg. 362 del 18 luglio 2000).
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...