I servizi gratuiti diventano a pagamento dal 21 luglio.

Occhio a Tim e Vodafone!

I servizi attivati gratuitamente dai gestori Tim e Vodafone diventeranno a pagamento dal 21 luglio. Si tratta dei servizi “Lo sai” e “Chiama ora” di Tim e “Chiamami” e “Recall” di Vodafone. La Federconsumatori lancia l’allarme non perché in presenza di una pratica illecita, ma per la calma con la quale Tim e Vodafone stanno provvedendo ad informare i propri clienti. Per questo l’associazione fornisce la dovute indicazioni per disattivare i servizi che a breve saranno a pagamento.

Servizi a pagamento
Per i clienti Tim e Vodafone dal prossimo 21 luglio spegnere il cellulare potrebbe diventare costoso. I servizi di “Lo sai” e “Chiamami” scattano infatti quando il cellulare è spento o non raggiungibile: il cliente riceve un messaggio che segnala chi ha provato a contrattarlo. Saranno a pagamento anche gli altri servizi gratuiti, quelli che segnalano con un messaggio quando torna ad essere raggiungibile un numero che avevamo precedentemente contattato. Tutti questi servizi finora gratuiti, dal 21 luglio avranno un costo per ogni messaggio di avviso inviato dal gestore.

Il costo
Non si tratta di cifre esorbitanti, ma è comunque importante che i clienti siano preventivamente informati del costo dei servizi in modo da avere a disposizione il tempo necessario per disattivarli.

Dal 21 luglio i clienti Vodafone pagheranno 6 centesimi al giorno per i servizi Recall e Chiamami per un costo complessivo annuale di 21,90 euro. Mentre i clienti Tim pagheranno un importo fisso di 1,90 euro ogni 4 mesi: in totale 5,70 euro all’anno.

Come disattivarli
Federconsumatori scende in piazza in difesa dei clienti Tim e Vodafone e denuncia che “i due gestori se la stanno prendendo molto comoda nell’informare i propri clienti della prossima novità. E coloro che hanno attivato questi servizi sulla propria linea corrono il rischio di ritrovarsi addebitati dei costi che non sospettavano di dover sostenere”.

Infatti soltanto ad alcuni fortunati clienti è arrivata la comunicazione via sms del passaggio del servizi da gratuito a pagamento. Per la maggior parte invece è probabile che la comunicazione non arrivi in tempo. Per questo motivo l’associazione informa i clienti su come fare per disattivare il servizio:

  • I clienti Tim possono contattare il 119 o il 40920,
  • gli utenti di Vodafone il 42070 o il 42592 chiedendo all’operatore di disattivare i servizi di cui non intendono usufruire. La disattivazione deve essere effettuata dalle compagnie telefoniche in maniera completamente gratuita.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...