Ocse: gli studenti italiani sono tra i peggiori del mondo in economia e in finanza di base

Non solo scarsi in matematica, nelle materie scientifiche e in quelle alfabetiche, ma deboli anche in economia e in finanza di base.

E’ questo il quadro sugli studenti italiani che emerge dal sesto volume del Pisa (Programme for International Student Assessment), lo studio dell’Ocse che analizza le competenze dei quindicenni dei Paesi aderenti all’organizzazione.

Come per i precedenti volumi – che prendevano in analisi le competenze matematiche, scientifiche ed alfabetiche, e nella quale gli studenti italiani sono risultati tra i peggiori in molte classifiche – anche in quest’ultima pubblicazione, intitolata“Studenti e danaro. Abilità finanziarie per il XXI secolo”, c’è veramente poco di cui andare orgogliosi: i giovani italiani si classificano anche in questo caso agli ultimi posti, con il 21,7% degli studenti che non raggiunge il livello di sufficienza – contro il 15,3% della media Ocse – e solo il 2,1% che raggiunge il livello massimo, contro il 9,7% della media Ocse.

Il metodo di analisi 
L’obiettivo dell’analisi Ocse è stato quello di testare le competenza finanziarie dei nostri adolescenti, la loro capacità di orientarsi in una fattura o un estratto conto, di comprendere il funzionamento di carte di credito e di debito, di saper gestire le proprie finanze, ma anche di capire sistemi fiscali e di risparmio, di riuscire ad avvalersi dei propri diritti di consumatore e sapersi assumere responsabilità derivanti da contratti di tipo finanziario.

Questo perché, secondo gli analisti dell’associazione internazionale:

“I postumi della crisi economica e finanziaria ci hanno insegnato che una competenza di questo tipo è fondamentale nella vita odierna: una grande quantità di rischi anche finanziari, vengono spesso trasferiti ai consumatori, cosicché un’esigua competenza può risultare in rischi assai elevati per i singoli individui, per le famiglie e per la società in genere”

Con il progetto Pisa 2012, i 29 mila studenti coinvolti che si sono cimentati col questionario di tipo economico-finanziario hanno avuto a disposizione 60 minuti per rispondere a 40 domande di difficoltà variabile da 1 a 5.

Il livello 2 è stato individuato come la soglia di alfabetizzazione sufficiente, mentre il livello 5 come la capacità di approfondire operazioni economiche di lungo periodo, prevedendo effetti futuri sulla propria vita, come nel caso della concessione di un prestito.

I risultati: persiste ancora il divario regionale
Come anticipato, in Italia uno studente su 5 non raggiunge la sufficienza e solo il 2% ottiene il punteggio massimo. In totale i quindicenni italiani realizzano il punteggio di 466 contro la media Ocse di 500. 

Ma il punteggio nasconde un’enorme diversità regionale che va, purtroppo, sottolineata: mentre i ragazzi veneti e i friulani risultano ottavi nella classifica internazionale con 501 punti, dopo i primi assoluti di Shanghai (603 punti), la comunità belga fiamminga (541), l’Estonia, l’Australia, la Nuova Zelanda, La Repubblica Ceca e la Polonia (510), le regioni del Sud Italia naufragano sul fondo della classifica: la Sicilia registra 429 punti e la Calabria 415, appena prima della Colombia.

Meglio se la cavano i ragazzi di Bolzano e Trento, rispettivamente undicesimi e dodicesimi nella classifica generale, e gli studenti di lombardi, quindicesimi dopo gli Stati Uniti ma prima dei coetanei francesi e russi.

In particolare, la differenza tra la prima regione italiana e l’ultima in classifica è di 86 punti: un divario che corrisponde ad un livello di competenza.

Ma l’ottimo risultato delle regioni del nord è solo una magra consolazione, che non deve appannare lo scarsissimo punteggio generale.

Tuttavia gli esperti dell’Ocse rilevano come un punteggio così basso degli italiani trovi una parziale spiegazione nel fatto che i nostri adolescenti da un lato maneggiano raramente carte di credito o debito prepagate e dall’altro meno della metà ha accesso ad un conto corrente (solo il 44%, contro la media Ocse di quasi il 54%).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...