Tasse di successione e eredità: le possibili modifiche all’attuale regime fiscale

Che si tratti di una delle voci della prossima Legge di Stabilità o di un provvedimento ad hoc è ormai molto probabile che le tasse di successione e il regime fiscale sulle eredità sarà uno dei settori che subiranno sostanziali modifiche, attraverso i futuri provvedimenti del governo. Quello che è, infatti, considerato ad oggi, uno dei pochi ambiti in cui l’Italia può essere ancora ritenuta un paradiso fiscale, potrebbe divenire presto una fonte di introiti sicura per le finanze dello Stato, oggi quanto mai bisognose di nuovi tributi che vadano a costituire le tanto ricercate coperture economiche con cui finanziare le riforme strutturali.

La strada che l’esecutivo potrebbe battere nel capitolo delle tasse di successione non è da considerarsi come una strategia nuova, dal governo Monti in poi, infatti, la pressione fiscale sui patrimoni degli italiani non ha fatto altro che aumentare, per allinearsi ai livelli europei: prima è stata ritoccata l’aliquota sulle rendite finanziarie, successivamente è stata introdotta l’imposta di bollo sui prodotti finanziari. Già nel DL Irpef, poi, lo stesso governo Renzi ha già esplicitato la propria intenzione di rincarare la dose, aumentando l’imposta sulle rendite finanziarie dal 20% al 26% e rivedendo al rialzo la stessa imposta di bollo sui prodotti finanziari, innalzata dallo 0,15% allo 0,20%.

La situazione italiana e le possibili modifiche
L’attuale regime fiscale vigente in Italia, in base ai provvedimenti approvati in materia dal secondo Governo Prodi, prevede una franchigia di 1 milione di euro, soglia oltre la quale viene imposta un’aliquota del 4%, 6% o 8%, in base al tipo di parentela, per ereditare il patrimonio del defunto.
Le modifiche che il governo potrebbe mettere in campo nel regime delle tasse di successione sono di due ordini: l’abbassamento dell’attuale franchigia da 1 milione di euro a 100.000 euro e l’innalzamento delle aliquote dal 4% al 20%.
Se si considerano le stime attuali relative ai patrimoni degli italiani ci si accorge che la ricchezza complessiva degli italiani tra immobili e investimenti si aggira intorno ai 9.437 miliardi di euro di cui 5.767 miliardi di immobili, terreni e gioielli (le cosiddette attività reali) e 3.670 miliardi tra conti correnti ,depositi bancari, azioni, bond e fondi (beni mobili ossia ricchezza liquida).
Oltre il 64% della ricchezza totale degli italiani è detenuta dagli over 50 e, assumendo la soglia di 82 anni come età media, ci si accorge facilmente che, nei prossimi trent’anni, circa 6.000 miliardi di euro passeranno in successione.
Se le modifiche allo studio del governo – abbassamento della franchigia a 100.000 euro e innalzamento dell’aliquota al 20% – dovessero essere davvero attuate, nei prossimi trent’anni il fisco potrebbe mettere le mani su circa 1.200 miliardi di euro.

Le motivazioni della scelta
Si tratta di una soluzione che molti economisti, anche vicini alla sinistra e al Governo, ritengono maggiormente equa, rispetto a una patrimoniale, più facile a dirsi che ad attuarsi, vista la grande possibilità di movimentare rapidamente il denaro, che lascerebbe una facile via di fuga ai detentori di grandi patrimoni. La revisione del regime fiscale successorio è inoltre considerata una misura necessaria, considerati i dati riguardanti gli altri paesi europei dove, tranne alcune vistose eccezioni (come il Lussemburgo e, fuori dall’area UE, la Russia) le aliquote delle tasse di successione variano, nella quasi totalità dei casi tra il 40% e il 60%.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...