Assicurazione auto temporanea: come funziona?

E’ di circa un anno fa lo studio Adusbef-Federconsumatori da cui era emerso un dato più che allarmante sulle tariffe delle RC Auto: un aumento del 245% dal 1994 al 2012.

L’assicurazione per l’auto rappresenta una delle spese più importanti che i contribuenti devono sostenere, soprattutto è una spesa obbligatoria se si è in possesso di un automezzo, a prescindere dall’uso che se ne fa.

C’è chi usa l’auto ogni giorno per recarsi al lavoro e chi può farne a meno grazie all’efficienza dei mezzi pubblici (problema che molte grandi città italiane vivono quotidianamente, come Roma), ma non importa in termini di tariffe: tutti pagano la stessa cifra.

Tuttavia per coloro che usano l’auto in maniera sporadica, tenendola il più delle volte nel garage, c’è una soluzione per risparmiare sulle tariffe sempre più esorbitanti offerte dalle assicurazioni e si chiama assicurazione temporanea, una polizza che ha una scadenza ridotta rispetto alla classica formula annuale. Ciò consente all’automobilista di ridurre il periodo di assicurazione del veicolo, limitandolo ai giorni o ai mesi di effettivo utilizzo.

Le tipologie di responsabilità coperte sono le stesse di un’assicurazione tradizionale, ma i costi sono ridotti, in funzione di una minore copertura a livello temporale. L’assicurazione temporanea può essere stipulata per pochi giorni o per mesi, per esempio i possessori di una moto potrebbero decidere di usare le due ruote solo nella stagione estiva e assicurare il mezzo di conseguenza.

Oppure si può ricorrere all’assicurazione temporanea quando c’è bisogno di trasportare un veicolo senza assicurazione da un luogo a un altro.

I giorni nei quali si vuole usare l’auto sono decisi in sede contrattuale.

Tra le assicurazioni temporanee, figura anche quella chilometrica, legata proprio alla percorrenza chilometrica dell’auto, quindi non legata alla dimensione temporale (giorni o mesi). Il numero dei chilometri viene stabilito in sede contrattuale e viene monitorato tramite dispositivi satellitari, in quanto questa tipologia assicurativa decade quando si supera il chilometraggio fissato ed il cliente ha l’obbligo di reintegro monetario per l’estensione della polizza.

Online è possibile richiedere un preventivo o fare il confronto tra diverse compagnie assicurative. In alternativa, occorre recarsi presso la sede della propria compagnia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...