Riforma del Catasto 2015

n base a recenti comunicazioni dell’Agenzia delle Entrate viene chiarita la road map della Riforma del Catasto, una delle misure contenute nella Delega Fiscale assegnata al Governo, che, pur a fronte di un percorso molto lungo, ridisegnerà il volto del catasto italiano.

La road map della riforma del catasto
Dopo l’istituzione delle commissioni censuarie che dovranno occuparsi della catalogazione degli immobili ai fini fiscali, a livello locale, lo step successivo della riforma del catasto inizierà a luglio 2015, momento in cui sarà avviato il campionamento degli immobili.
In base alle nuove modalità di classificazione previste scompariranno le vecchie categorie A/1, A/2, A/3 non ci saranno più case popolari e immobili di lusso e tutti gli immobili considerati come appartamenti confluiranno nella categoria O/1.
Per quanto riguarda i passaggi successivi, entro la metà del 2018 dovranno essere approntate le funzioni statistiche che consentiranno di ricalcolare il valore degli immobili, al fine di determinare, entro la fine del 2019, la nuova base imponibile necessaria per il ricalcolo delle differenti imposte sulla casa.
A tal proposito è opportuno segnalare che gli immobili non verranno più misurati in base ai vani ma in base ai metri quadri. Le nuove funzioni statistiche serviranno anche per rettificare il valore degli immobili tenendo conto anche di parametri come la superficie, la presenza di un ascensore nel palazzo, la tipologia di affaccio, il piano a cui è collocato l’appaertamento, l’ubicazione e lo stato di conservazione. Sarà determinato un valore unitario per 1 metro quadro che sarà, alla fine del calcolo, moltiplicato per il numero complessivo di metri quadri dell’immobile, così da ottenere il valore catastale e la rendita catastale.
L’attribuzioni delle nuove categorie catastali sarà a impatto zero, ovvero prevederà, almeno nelle intenzioni del legislatore, un’invarianza di gettito complessivo. La riforma del catasto è comunque pensata per superare iniquità ormai fin troppo diffuse (come quelle, ad esempio, delle abitazioni vecchie ma di lusso considerate come case popolari, perché situate nel centro storico), per questo a fronte dell’invarianza di gettito, i nuovi criteri dovranno cercare di rimodulare il valore catastale degli immobili: proprio per questo mentre alcune tipologie di abitazioni vedranno scendere il loro valore catastale, altre subiranno rivalutazioni che potranno variare tra il 30% e il 180%.

I nuovi servizi per il contribuente
L’Agenzia delle Entrate ha anche rinnovato la grafica e i contenuti del portale dedicato all’assistenza telematica per i servizi catastali e ipotecari.
In tale sezione sono state ampliate e riorganizzate le informazioni utili alla risoluzione dei problemi relativi alla consultazione e all’aggiornamento online delle banche dati ipotecaria e catastale.
Grazie a una complessiva riorganizzazione dei contenuti del sito:

  • i contribuenti potranno non solo trovare informazioni utili per il reperimento online dei dati catastali ma potranno, anche e soprattutto, richiedere di correggere i dati catastali inesatti attraverso il servizio Contact Center;
  • I professioni e le imprese potranno richiedere e ottenere assistenza online sull’utilizzo dei servizi di di consultazione catastale, come il Sister e sulle modalità per inviare i documenti utili all’aggiornamento delle banche dati catastali e ipotecaria (Docfa, Pregeo e Modello Unico). Anche per i professionisti è prevista la possibilità di correggere i dati catastali inesatti e di prenotare appuntamenti per consultare lo stato delle pratiche;
  • per i comuni e le amministrazioni locali sono state previste sezioni con informazioni specifiche.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...